Virus, serpenti e omeopatia

VIRUS, SERPENTI E OMEOPATIA

L’essenza della farmacologia omeopatica è il processo di diluizione e dinamizzazione grazie al quale la sostanza che viene in tal modo preparata sviluppa poteri curativi assolutamente non presenti allo stato grezzo. Così sostanze apparentemente inerti come il Carbonato di Calcio, il Silicio, il Licopodio, diventano grandi rimedi costituzionali e altre troppo tossiche per essere usate così come sono diventano rimedi salvavita, come i nostri Arsenicum e Phosphorus che si sono dimostrati utilissimi nel trattamento dei pazienti affetti da covid19.
I serpenti velenosi sono eccellenti fornitori della farmacologia omeopatica (“Materia Medica” come dicono i vecchi omeopati) e i rimedi da essi derivati sembrano avere una certa affinità con le infezioni virali.

Aiuto! Ho la febbre!

Da che mondo e mondo nella nostra tradizione culturale la febbre è segno primario di malattia, un “brutto segno” perché per noi segna il passaggio del confine tra malessere e malattia vera. La sua comparsa ci inquieta e, se si manifesta nei nostri bambini piccoli, ci spaventa decisamente.
Pertanto, una delle prime cose che chiediamo al medico è “cosa prendo (cosa gli do) per la febbre?”

Tubercolosi e Coronavirus, esiste una relazione?

I cacciatori governativi di fake news si sono lanciati con la consueta “virulenza” contro la notizia, ormai diffusissima sulla rete e più fra il largo pubblico che fra gli addetti ai lavori, secondo la quale la vaccinazione antitubercolare potrebbe dare una maggiore resistenza all’infezione da coronavirus e in particolare alle sue complicanze broncopolmonari. Lo hanno fatto dicendo che la vaccinazione antitubercolare non può avere alcun effetto protettivo perché il germe della TBC è un batterio e non un virus.

L’Omeopatia e le epidemie

Fin dalla sua nascita l’Omeopatia ha dato ottime prove di efficacia nel trattamento delle maggiori epidemie, da quelle di colera a quelle influenzali, come ad esempio la “spagnola” del 1918.
Vediamo come procede il medico omeopata. Innanzitutto nel caso di un’epidemia, come quella recente da Coronavirus, per poter curare efficacemente ogni singolo paziente e stare al passo con il rapido diffondersi della malattia occorre individuare più velocemente possibile uno o più (di solito pochi) rimedi che meglio si adattano al “grande paziente” che è l’epidemia stessa o, per usare il linguaggio della vecchia tradizione omeopatica, al “genio epidemico”.

bollo autore

Iscriviti alla Newsletter

Accetto Informativa sulla privacy

Copyright © 2021 Dott Marco Venanzi. Tutti i diritti riservati.

Powered by Italylandia

 

Dott. Marco Venanzi - IVA 03135460156 iscritto all'Ordine dei Medici della Provincia di Milano con il n.16368